Oggi su TechnoGirl

Olive Pro, gli auricolari wireless che sono anche apparecchio acustico

Olive Pro, gli auricolari wireless che sono anche apparecchio acustico

iPhone Fold, il concept dello smartphone pieghevole di Apple

iPhone Fold, il concept dello smartphone pieghevole di Apple

Se l’iMac diventa a colori (noi esultiamo)

Se l’iMac diventa a colori (noi esultiamo)

Clubhouse, il social che non si legge ma si ascolta

Non si parla d’altro da giorni ma sono in pochi quelli che effettivamente hanno potuto dargli un’occhiata dal di dentro. Anche se parlar d’occhi non è appropriato visto che Clubhouse è il primo social media che ascolti anziché leggere o guardare.

L’idea è quella di generare contenuti audio parlando in diretta con altre persone interessate all’argomento specifico. Ci si può unire a gruppi esistenti o promuoverne uno, fare due chiacchiere con qualche sconosciuto o magari, se capita, con una celebrità.

Mentre su Instagram e TikTok va in scena il trionfo del visuale, su Clubhouse si prende a prestito una forma di comunicazione più vicina ai podcast. Il nuovo social network, creato nel 2020 da Rohan Seth e Paul Davidson, è approdato solo da poche settimane sui nostri smartphone e già ha riscosso un successo enorme.

In modo simile a Twitch, che però è video, è organizzato in stanze con capacità fino a 5000 persone che trattano diverse tematiche. C’è un moderatore e chi entra può decidere di partecipare attivamente o semplicemente ascoltare. Chiunque può creare una stanza e prendere la parola. Unico limite attuale: per adesso è disponibile solo per iPhone e si accede su invito di qualcuno che è già iscritto.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

I più letti del mese

I più commentati del mese