Oggi su TechnoGirl

AAA volontari per missione (simulata) su Marte cercansi

AAA volontari per missione (simulata) su Marte cercansi

TikTok ha reimmaginato la sua app per Apple Vision Pro

TikTok ha reimmaginato la sua app per Apple Vision Pro

Ci sono già 1000 app dedicate a Apple Vision Pro

La doccia ispirata a The Bell Jar di Sylvia Plath

È un libro diventato a dir poco leggendario e oggi ispira addirittura una doccia. Parliamo di The Bell Jar di Sylvia Plath, in italiano tradotto con La campana di vetro. A quel libro Annabella Hevesi si è ispirata per la sua nuova doccia che ne porta il nome, Bell Jar.

Qui letteratura e tecnologia si uniscono creando una doccia duplice con soffione celato che puoi estendere per usarlo in modo classico e una sorta di boccia di vetro su cui si nasconde il soffione stesso creando un unico getto singolo, più placido e continuo, se preferisci fare il bagno anziché la doccia.

Una doccia pratica e veloce o un bagno rilassante? A te la scelta, l’accessorio è uno solo e ti garantisce secondo i casi il flusso dell’acqua a pioggia, rinfrescante e tonificante, oppure il getto calmante in flusso continuo.

Tutto ha un design essenziale, femminile, semplice per garantire anche alla vista quella serenità che sempre associamo all’acqua e al suo uso, dunque al momento del bagno o della doccia di fine giornata. Bella idea, no?

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

I più letti del mese

I più commentati del mese